Sign in

Daniele Prati
Non sono come voi.

Chissà
8 aprile 2021

Chissà se anche le altre dittature, penso a quelle del Novecento, che conosco meglio, sono entrate in funzione così. Con un lento deterioramento delle libertà civili e dei diritti universali, attuato in modo ipnotico, evidente e al tempo stesso irriconosciuto, dalle persone che, in un breve volgere di tempo e opinione, si sono ritrovate a essere complici del regime, a essere fascisti, così, come un pezzo di puzzle che schiocca nella sua sede.

Chissà come avviene, e in che tempi, la redenzione liberatoria, la Resistenza. Se necessitiamo di alleati, e quali, e se ci sono.
Chissà se…


La vulgata vuole che il Centro stesse raccontando in chat un sogno di quella notte. Nel sogno, il Centro incontrava al supermercato la barista più figa dell’estate e, dopo un breve scambio di convenevoli in mezzo alla corsia della pasticceria confezionata, la scena NON proseguiva in una stanza con una sessione di sesso onirico.

Nella chat è accaduto poi questo, ed è nato il giffeling:


Mitologia legata al Centro (l’immagine è puramente rappresentativa e mostra quei dilettanti dei greci)

In anni di onorato servizio si è venuta a creare attorno al Centro una galassia di personaggi e aneddoti che, nel tempo, sedimentandosi nel substrato sacro della missione del Centro, ha lentamente assunto la configurazione di una vera mitologia, un poema epico di dei ed eroi.

Lasciando questo articolo aperto all’aggiornamento, tento un primo provvisorio elenco:

IL POFFEN


Actarus, o Duke Fleed, già lo sapeva

Sostiene il Centro che quello che non ti uccide… ti ha fatto molto male.

Postulato della sequela di stronzi del Centro: qualsiasi donna, che non sia l’immacolata vergine (sul cui status comunque serbiamo dubbi) e che sia disposta ad essere onesta per le prossime quattro righe, ammetterà sempre di avere alle spalle una lunga sequela di stronzi cerebrofallici a cui l’ha data con scioltezza e una più corta lista, di due o tre brav’uomini dotati di cervello e cuore, che ha friendzonato con crudele disinvoltura.

Promemoria del Centro: la gente fa schifo. La gente che non si fa mai schifo…


Wind of Change veniva pubblicata nel 1990, il Muro era appena caduto e il Centro era un adolescente.
Se la passano alla radio ora, nel 2018, il Centro dice a se stesso:
sento improvvisamente il peso enorme di tutti i limoni che non abbiamo dato su questa canzone.

Il Centro sopraffatto dall’amarezza

Daniele Prati

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store